Narni, tornano i ladri al campo di atletica dello scalo: A San Gemini è psicosi furti

NARNI – Nuovo furto, dopo quello di novembre, al campo di atletica Bertolini dello scalo. Ignoti in pieno giorno, era martedì mattina, hanno infatti forzato la portiera di una vettura in sosta ed hanno rubato lo zainetto con dentro contanti e documenti. La proprietaria, un’atleta che stava allenandosi in zona, non si è accorta di nulla, se non quando è tornata a riprendere la macchina finita la sua sessione di corsa. A quel punto ha fatto l’amara scoperta.

I ladri avevano aperto la macchina, preso la refurtiva e richiuso senza spaccare vetri o serrature. L’ultimo colpo c’era stato a novembre, sempre ai danni di un’altra atleta ma quella volta fu durante il pomeriggio inoltrato quando era già buio. Stavolta i malviventi non hanno nemmeno atteso il calare del sole ed hanno agito repentinamente e indisturbati. La notizia ha riacceso la mai, per la verità, sopita preoccupazione sia di chi frequenta l’impianto sportivo che dell’Asd Avis Narni che lo gestisce, da dove ricominciano a chiedere maggiori controlli e qualche telecamere di sorveglianza.

Furti a San Gemini – Intanto i carabinieri annunciano controlli del territorio rafforzati, soprattutto nelle aree colpite nell’ultimo periodo, e lo stesso fa la questura anche con il supporto del Reparto prevenzione crimine: è quanto è stato deciso nel corso del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, presieduto dal prefetto Paolo De Biagi, che si è svolto stamani in prefettura a Terni per esaminare il fenomeno dei furti a San Gemini, anche alla luce dello stato di preoccupazione dei cittadini. Stando ai dati analizzati dal Comitato, nel corso del 2018 nel territorio comunale sono stati commessi 49 furti, di cui 21 in abitazioni.

Un dato, secondo le forze dell’ordine, in linea con il trend in costante diminuzione che si è registrato a partire dal 2013, anno in cui il numero dei furti era di 98 di cui 58 quelli in abitazioni, ma in aumento rispetto all’anno precedente, quando gli stessi reati denunciati erano stati 35. Secondo la prefettura, inoltre, la concentrazione dei furti durante il periodo delle festività natalizie, “giustifica la preoccupazione e il senso di insicurezza espresso dai cittadini di cui il Comitato ha preso atto e si è fatto carico”. L’amministrazione comunale, dal canto suo, valuterà la rimodulazione del progetto per il potenziamento del sistema di videosorveglianza ed implementerà il sistema di illuminazione pubblica nelle stesse aree. All’incontro era presente anche il sindaco, Leonardo Grimani.

 

Pin It on Pinterest