Narni, troppi danni: Via il presepe dagli scaloni della cattedrale

NARNI – Per la prima volta dopo tanti anni il tradizionale presepe di Piazza Garibaldi non ci sarà. La natività che la parrocchia collocava sugli saloni della cattedrale di San Giovenale verrà spostata al chiuso, al sicuro da atti vandalici e furti che si sono ripetuti nel corso degli anni. Statue decapitate, bambinello e animali rubati, dispetti di ogni genere e allora il parroco, don Rossini,  si è persuaso di trasferire il presepe in un luogo chiuso. Verrà realizzato nella chiesa di San Francesco dove sarà accessibile solo durante gli orari di apertura e dove soprattutto la notte sarà al sicuro chiuso e inaccessibile. Lontano da ogni tentazione.  Nei giorni scorsi, appena diffusasi la notizia,  era anche circolata la voce che a far prendere questa decisione al parroco di Narni fossero state le pressioni dei musulmani, poco contenti di vedere in piazza la rappresentazione più importante della cristianità.  Niente di tutto questi, la parrocchia smentisce e il sindaco riforza.  “Non è assolutamente vero”. Il presepe fu ideato e inaugurato quasi dieci anni fa dall’allora parroco della cattedrale don Angelo D’Andrea, oggi facente funzione a Terni dopo il suo trasferimento.

Pin It on Pinterest