Otricoli, continua il caso sanità: “Insieme è possibile” punta il dito contro il comune

OTRICOLI – Il gruppo consiliare di opposizione del comune di Otricoli, “Insieme è possibile”, torna a parlare di sanità, rivolgendo nuove critiche nei confronti dell’amministrazione comunale. Già alcune settimane fa, un comunicato da parte dello stesso gruppo aveva acceso l’attenzione sulla disgregazione del polo sanitario. La situazione, secondo quanto precisato dal gruppo di minoranza in un comunicato, non sarebbe mutata. A farne le spese, questa volta, è la pediatra.

Insieme è possibile ricostruisce l’intera vicenda. “Abbiamo appreso che, subito dopo la diffusione del nostro comunicato, il vice, in compagnia di un consigliere, ha fatto improvvisamente visita alla pediatra. Visita di cortesia, di ringraziamento per il gran lavoro svolto per i nostri piccoli? Manco per niente!”, ha tuonato il gruppo politico. “Dal vocio giunto all’esterno – si legge ancora nella nota – sembrerebbe che la visita sia stata, in realtà, un gesto di accusa e di rimprovero messo in atto con tono sprezzante e arrogante, al centro del quale sarebbe stata posta una ipotetica ‘decisione egoistica’ della Dottoressa, la quale avrebbe scelto di lasciare Otricoli in sordina per motivi di carriera”.

Viste le perplessità sull’andamento del colloquio, il gruppo Insieme è possibile ha deciso di contattare direttamente la pediatra, per sentire la sua versione dei fatti. “Com’è nel suo stile, non ha voluto fare cenno ai dettagli della visita. Tuttavia, ha voluto pregarci, a tutela della propria dignità di fronte alla comunità, di informare tutti che se ne andrà con dispiacere per l’affetto maturato verso i bambini di Otricoli e che, per il suo nuovo incarico, non ha affatto avuto vantaggi economici o di carriera. Anzi, è consapevole che dovrà ricominciare da zero, anche economicamente parlando, rispetto all’incarico di Otricoli. E noi esaudiamo molto volentieri la sua richiesta d’informarvi. Lo dobbiamo a colei che nei lunghi anni trascorsi con noi ci ha fatto apprezzare la sua integrità, la sua totale dedizione, la sua illimitata disponibilità, la sua estrema professionalità”.

Sulla vicenda, il gruppo appare intenzionato ad andare fino in fondo, per approfondire l’operato della giunta, giudicato “assente e arrogante”. “Purtroppo, l’orto a cui bada con lungimiranza ed attenzione estrema questa maggioranza è troppo piccolo per accogliere e fargli buttare l’occhio anche a questioni più diffuse delle due o tre cose che stanno a cuore a pochi. Avrebbero dovuto correre per tempo a battere i pugni con proposte solide e perentorie sui tavoli dei bottoni dell’asl, anziché accusare un medico che ha già fatto le valigie”. Ѐ un “j’accuse” senza mezzi termini quello che Insieme è possibile rivolge alla giunta.

Pin It on Pinterest