Province, insediato il Consiglio di Terni; Lattanzi eletto nuovo presidente Upi Umbria

TERNI – E’ stata una giornata intensa per la Provincia di Terni quella di giovedì 7 febbraio. Alle dieci del mattino si è infatti insediato il nuovo Consiglio comunale, un paio di opre dopo l’Upi regionale ha votato Giampiero Lattanzi nuovo presidente dell’Umbria. Il massimo responsabile di Palazzo Bazzani aveva dovuto fronteggiare durante il Consiglio ternano la prima offensiva tentata dalla Lega sulle incompatibilità. Gianni Daniele, neo eletto e proveniente dal Consiglio comunale di Narni, aveva infatti chiesto in apertura di seduta se erano stai fatti gli approfondimenti sulle eventuali pendenza giudiziarie o amministrative dei consiglieri. Lattanzi, supportato dal vice direttore generale aveva risposto che c’erano le auto dichiarazioni degli eletti che avrebbero fatto fede e che comunque per una ricerca del genere non c’era stato il tempo materiale. Insomma, quello che la Lega voleva sapere era se ci fossero i problemi che si erano riscontrati al Consiglio comunale di Terni in avvio di mandato. La convalida degli eletti è comunque passata senza spargimento di sangue, ma tutti si sono subito fatti un’idea di quel che potrebbe essere il lavoro da qui a due anni. Qualcuno si aspettava un ordine del giorno sulle Province da portare a Perugia all’assemblea Upi invece niente. Poco prima di mezzogiorno nella sede Upi del capoluogo regionale i due Consigli provinciali riuniti insieme hanno votato Lattanzi come nuovo presidente Upi. Succede a Nando Mismetti, ex presidente di Perugia che alla fine del mandato è tornato a fare a tempo pieno il sindaco di Foligno. “Le Province – ha dichiarato Lattanzi all’Upi – devono tornare a svolgere quei compiti di raccordo, interlocuzione e sostegno ai comuni, ai cittadini e al tessuto economico e produttivo di tutta l’Umbria. Il dibattito fra Upi nazionale e governo sulla governance e sui compiti di area vasta delle Province – ha sottolineato Lattanzi – deve andare di pari passo con l’ineludibile necessità di mettere in sicurezza i bilanci degli enti e garantire le risorse necessarie per assicurare e migliorare i servizi ai cittadini. E’ un compito che anche qui, in Umbria, dobbiamo svolgere con senso di responsabilità e grande attenzione guardando in modo costruttivo al rapporto territoriale Terni-Perugia in funzione della crescita e dello sviluppo dell’intera regione”.

Pin It on Pinterest