Sagre, Consiglio comunale di Avigliano e Anci chiedono la revisione della sicurezza

AVIGLIANO UMBRO -Tiene ancora banco l’argomento delle sagre: le associazioni di volontariato che organizzano le manifestazioni nel territorio ternano sono in forte difficoltà: cancellati diversi eventi, come ad esempio quelli che si dovevano svolgere in questo periodo a Castel dell’Aquila e a Collicello.

L’intervento di Gori Le Pro Loco  hanno a che fare soprattutto con la ‘circolare Gabrielli’ e con la troppa burocrazia. Nei giorni scorsi c’è stato un comunicato stampa da parte del coordinatore dell’Anci dei Piccoli Comuni, Federico Gori, il quale afferma che ‘le norme stringenti rischiano di far sparire le sagre paesane. Inoltre nel documento si parla di fare ‘una riflessione seria e proficua sulla pianificazione di questi eventi ed occorre individuare delle specifiche, per non correre il rischio di buttare in mare le innumerevoli iniziative che offre il nostro territorio’. Nella parte finale dell’atto si legge che “L’Anci Umbria porrà tale questione in sede Nazionale affinché al nuovo Governo sia fatto presente che l’applicazione delle normative vigenti comporta maggiori costi e difficoltà organizzative a carico di Pro Loco, Comuni o società private. I Comuni da soli rischiano di non farcela”.

La mozione del consiglio comunale di Avigliano Dal punto di vista istituzionale, la prima mossa ufficiale è stata quella del Municipio di Avigliano Umbro, che sulla questione ‘sagre’ ha convocato un consiglio comunale straordinario che si è tenuto lo scorso 31 maggio 2018.  E’ stata approvata una mozione ad unanimità  che ‘pone l’accento sulle difficoltà delle associazioni di volontariato per la troppa burocrazia e per le problematiche derivanti dalla circolare Gabrielli’. Il testo è stato inviato a tutti i consigli comunali di Terni e Perugia, alla regione Umbria, alle prefetture di Terni e Perugia, all’Unipil (Unione Nazionale delle Pro Loco Italiane). L’obiettivo è quello di creare a breve un tavolo, dove tutti gli attori interessati si mettano a discutere per risolvere delle soluzioni al problema.

 

Pin It on Pinterest