Terni, acqua torbida a Macenano, prosegue l’intervento della Sii

TERNI – Sta proseguendo anche oggi 14 dicembre l’intervento del Servizio idrico nella zona di Macenano di Ferentillo dove da ieri si era registrata torbidità nella rete di distribuzione che interessa anche la vicina frazione di Sambucheto. Le operazioni scattate tempestivamente hanno portato da prima alla chiusura della sorgente Terria, da cui viene prelevata l’acqua, e poi il ricorso alla sorgente di San Pietro in Valle.

Il problema è stato quindi affrontato con un successivo step ricorrendo ad autocisterna per il rifornimento continuo della rete di distribuzione. Tale accorgimento prevede di fatto l’esclusione della sorgente per mezzo di un serbatoio artificiale collegato al sistema di approvvigionamento in attesa della fine del fenomeno legato alla torbidità e rifornisce le utenze direttamente in rete senza bisogno, da parte loro, di recarsi alle autobotti.

“Il sistema temporaneo – spiega il direttore generale Paolo Rueca – prevede il riempimento periodico dell’autobotte, fatto che può determinare, in alcuni momenti cali di pressione e carenze di acqua fino al completamento del rifornimento. La situazione – informa – è tenuta costantemente sotto controllo ed è pronto anche un servizio sostitutivo di autobotti nel caso in cui se ne dovesse riscontrare la necessità”.

Il M5S interroga la Regione – “Il fenomeno – secondo Andrea Liberati, capogruppo in Regione – ha provocato enormi disagi non solo alle utenze domestiche, ma anche e soprattutto alle attività commerciali e ai ristoratori, ed ha toccato il suo apice con l’interruzione del servizio idrico, con intere frazioni senza acqua e senza che i cittadini ne fossero preventivamente avvisati: quante altre comunità umbre si trovano nella stessa condizione, con un elevato livello di perdite e acque talora contaminate, solo a posteriori potabilizzate chimicamente?”, si domanda Liberati. “La deferenza della politica locale e statuale verso note multinazionali a cui è stato indegnamente svenduto il nostro primario diritto all’acqua – attacca ancora – non viene minimamente mostrata nei confronti dei cittadini, vittime viceversa di politica e affari. Si cade così in un incredibile e amaro paradosso: laddove naturalmente abbonda acqua di qualità, le comunità rischiano di perdere l’acqua potabile”.

La notizia di ieri – Il Servizio idrico informa che per un problema di temporanea torbidità nelle utenze della zona di Macenano (Terni) è stata chiusa in mattinata la sorgente Terria che rifornisce le abitazioni. Il problema è stato determinato dalle intense piogge cadute ieri e durante la notte. La Sii si è immediatamente attivata e con manovre tecniche ha ovviato alla chiusura della sorgente con il prelievo da San Pietro in Valle. “Non ci sono state finora particolari emergenze – fa sapere il direttore generale Paolo Rueca – stiamo monitorando la situazione e riteniamo che i casi di torbidità possano rientrare rapidamente. Se ve ne sarà bisogno si attiveranno servizi sostitutivi di autobotti”.

Pin It on Pinterest