Terni, falsa cooperativa per evadere 5 milioni di euro

TERNI – Hanno permesso di portare alla luce, complessivamente, un’evasione delle imposte sui redditi per oltre 4,1 milioni di euro e dell’Iva per oltre 750 mila euro, individuando anche 125 lavoratori in nero o irregolari, tre verifiche fiscali svolte dalla guardia di finanza di Terni nei confronti di altrettante società del settore dell’assistenza sociale non residenziale. Il controllo è partito da una cooperativa che, secondo gli investigatori, si è dimostrata solo uno schermo giuridico “fittizio” teso ad ottenere le agevolazioni fiscali previste dalla normativa, in quanto la sua vera natura imprenditoriale sarebbe stata quella di ditta individuale.

L’inquadramento organizzativo non lucrativo avrebbe fatto così conseguire all’impresa un duplice, illegittimo vantaggio economico e fiscale: grazie alle agevolazioni fiscali e contributive, l’azienda ha potuto infatti praticare prezzi più vantaggiosi rispetto ad altre imprese del settore. L’attività operativa del nucleo di polizia economico-finanziaria delle fiamme gialle è poi proseguita nei confronti di altre due aziende a vario titolo collegate alla cooperativa, consentendo ai finanzieri di scoprire l’intera presunta evasione e le irregolarità relative ai lavoratori, segnalati all’Ispettorato nazionale del lavoro.

Pin It on Pinterest