Terni, ordini a picco: A Treofan sale la tensione

TERNI – Torna a salire la preoccupazione di sindacati e rsu in merito alla situazione della Treofan di Terni, a causa delle fermate per mancanze di ordini. Le segreterie regionali e provinciali di Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil hanno inviato una lettera a ministero dello Sviluppo economico, Regione e Comune per chiedere la convocazione di un incontro, “in sede ministeriale e nel minor tempo possibile”, per un confronto con il management dell’azienda, acquisita nel 2018 dal gruppo Jindal.

Le organizzazioni sindacali sottolineano che “nulla è stato rispettato rispetto le slides presentate al Mise, in merito alle unità lavorative, agli investimenti, ai volumi produttivi e ai mix di prodotti”. “Come da programmi annunciati dall’azienda nel percorso di integrazione tra le due società – si legge nella lettera -, abbiamo assistito alla scomparsa del marchio Treofan, in particolare dei prodotti tecnicamente detti ‘laccati’. Questa condizione sta al momento causando una serie di problemi al sito di Terni”.

Pin It on Pinterest