Terni, violano gli arresti domiciliari: Due denunce della polizia

TERNI – Due persone sono state denunciate per aver violato l’obbligo degli arresti domiciliari. Lo rende noto la polizia di stato che spiega le operazioni in un comunicato della questura di Terni. L’attività ha riguardato anche il rispetto delle prescrizioni previste nelle misure alternative alla detenzione, da parte di quei soggetti condannati al regime degli arresti domiciliari o alla sorveglianza speciale.

Durante i quotidiani controlli da parte della Squadra Volante, effettuati in prevalenza in orari serali e notturni, ma anche durante il giorno, gli agenti hanno verificato la mancata ottemperanza agli obblighi, da parte di un cittadino albanese di 23 anni – condannato per spaccio in quanto coinvolto nell’operazione della Squadra Mobile ternana, denominata “Montana” – che è stato denunciato per evasione.

 

Un cittadino marocchino di 23 anni, agli arresti domiciliari per spaccio di droga – è stato denunciato per evasione a seguito di accertamenti, effettuati dopo una lite fra vicini di casa avvenuta il 14 novembre scorso, quando la Polizia di Stato era intervenuta per sedare una violenta rissa fra due famiglie marocchine, originata per disturbo della quiete pubblica.

I partecipanti, tra cui anche il 23enne, erano dovuti ricorrere alle cure del Pronto Soccorso per lesioni provocate da bicchieri rotti e da un coltello da cucina e si erano denunciati a vicenda, per poi ritornare in questura per rimettere la querela.

Nel corso degli accertamenti è emersa però la violazione della misura degli arresti domiciliari e la conseguente evasione, mentre le indagini proseguono per chiarire la dinamica della lite ed accertare gli autori delle lesioni.

 

Pin It on Pinterest