Piastra logistica Terni-Narni, Regione e Comune insieme per il rilancio della struttura

Questa mattina alcuni componenti della II° Commissione del Consiglio Regionale dell’Umbria, hanno svolto un sopralluogo alla Piastra Logistica Terni-Narni, nella zona industriale di Maratta. Oltre al presidente della II° Commissione, Valerio Mancini ed alcuni commissari, tra cui i consiglieri regionali della Lega, Daniele Carissimi e Daniele Nicchi, all’incontro hanno partecipato anche l’assessore regionale alle Infrastrutture, Enrico Melasecche e quello del Comune di Terni, Leonardo Bordoni. La piastra logistica di Terni è stata la prima ad essere realizzata in Umbria e dopo molti anni di abbandono è sotto la lente di ingrandimento della Regione Umbria, che è seriamente interessata ad un suo pronto rilancio.

“Per la gestione della Piastra Logistica – ha sottolineato l’assessore regionale, Enrico Melasecche – c’è stata una gara lo scorso anno, che purtroppo non è andata a buon fine, ma siamo convinti che, con il collegamento con il ferro, che stiamo realizzando, e vista la possibilità di utilizzare l’aviosuperficie, che con un piccolo intervento di estensione della pista fino a 1200 metri, può far atterrare, anche gli Atr 42, ci siamo concrete possibilità di ripresa per questa piastra. Come regione siamo disponibili a raccogliere le sollecitazioni e le proposte degli imprenditori e di chiunque sia interessato, anche di grandi operatori internazionali della distribuzione. Chiunque ha idee concrete si faccia avanti – ha concluso Melasecche- da parte nostra, c’è massima disponibilità”.

“Siamo qui per recuperare il tempo perduto – ha aggiunto il presidente della II° Commissione Regionale, Valerio Mancini – valorizzando le infrastrutture della regione Umbria. Lo abbiamo fatto e lo facciamo sempre in II° commissione. Questa è un’opportunità per il mondo economico del comprensorio ternano, un’occasione per ricevere e spedire merci.  Attraverso un bando che, nel pieno rispetto della normativa, sia adattato alle esigenze di questo territorio, vogliamo dare l’opportunità agli imprenditori di scommettere su un futuro che è a portata di mano. Il tessuto produttivo non è compromesso, perché sul territorio le grandi industrie hanno si sofferto, ma c’è una vivacità imprenditoriale da valorizzare. Noi ci crediamo sia come commissione che come Regione, e siamo qui a lavorare insieme, affinché questo patrimonio venga messo nella disponibilità della regione Umbria e ovviamente del suo tessuto economico”.

“Anche nel Pums del Comune di Terni – ha continuato l’assessore all’Urbanista del Comune di Terni, Leonardo Bordoni – questa Piastra, è un elemento che ha il suo valore strategico sia in termini di mobilità che di logistica. E’ fondamentale riuscire a recuperare, da parte di tutti i soggetti interessati, delle proposte che possano ridisegnare una strategia utile alla sua riqualificazione. Come amministrazione comunale ci rendiamo disponibili a supportare il processo, con tutti quei passaggi che saranno richiesti all’ente locale. Molto importante è anche l’idea, emersa oggi, di considerare la piastra logistica, come hub dell’ultimo miglio”.

Pin It on Pinterest