Lun, 8 Agosto 2022
Lun, 8 Agosto 2022

Elezioni, inizia subito il toto giunta, Lucarelli: Sarà per metà nuova e per metà confermata

NARNI – Lorenzo Lucarelli si è preso qualche giorno per riflettere prima di stilare la lista degli assessori. Riflettere significa anche e soprattutto parlare con tutti, intessere rapporti, fare patti, ascoltare gli alleati del campo largo. In attesa delle scelte del nuovo sindaco, però, il toto nomi è già partito. In base alle preferenze e anche alla logica di mettere dentro al Consiglio qualche nuovo nome, nel Pd, che ovviamente svolgerà il ruolo guida della coalizione anche nella formazione dell’esecutivo, già ciroclano alcuni nomi. Lucarelli ieri ha dato i criteri per la costruzione della squadra. “Sarà per il 50 per cento vecchia e per il 50 per cento nuova”. Voti alla mano Silvia Tiberti (Pd) dovrebbe far parte di quel 50 per cento vecchio ereditato dalla giunta De Rebotti, insieme a lei potrebbe esserci una parte del 50 per cento nuovo che risponde al nome di Michele Francioli, sempre Pd.

L’altro nuovo potrebbe essere Luca Tramini dei Cinquestelle che però i socialisti non vedono benissimo e la conferma arriva dai comunicati dei giorni scorsi fatti dal segretario regionale del Psi Federico Novelli. Un modo per ricordare che il passato si può dimenticare ma bisogna discuterne ma anche per ricordare che i socialisti a Narni hanno una tradizione e che rispetto a cinque anni fa sono anche cresciuti di 2 punti. Quindi Mercuri di nuovo assessore e vice sindaco? Non è un’ipotesi peregrina, sempre che lui accetti. A quel punto però ci sarebbe il problema quote rosa, quindi forse ci vorrebbe una donna in più, così come era con De Rebotti e magari potrebbe venire da fuori Consiglio ed avere un ruolo tecnico. Poi ci sono le aspirazioni personali, quelle, legittime, per esempio di Giovanni Rubini che viene da cinque anni di presidenza del Consiglio e che dal Pd potrebbe anche attendersi qualcosa in più e poi c’è da recuperare il rapporto con Alfonso Morelli, assessore uscente che non ce l’ha fatta ad entrare in Consiglio e con la sua forza politica. Insomma la coperta è corta, i posti in giunta sono pochi e per far quadrare tutto ci vorrà un po’ di lavoro.

Web TV

Think Thank

Filo diretto

Ti potrebbe interessare...