Narni, rifiuti, il Psi lancia l’allarme sacchetti

NARNI – Il gruppo consiliare del Psi ha presentato un’interrogazione consiliare nella quale sostiene che lo sportello Asm di Narni centro non distribuisca più i sacchetti per la raccolta differenziata. “Il personale di sportello ha comunicato agli utenti che l’ufficio non effettua più questo servizio di distribuzione”, hanno spiegato in una nota i consiglieri Novelli e Ricci. La conseguenza, per i cittadini, è di essere costretti a procurarsi i sacchetti in altro modo: acquistandoli privatamente o recandosi alla piattaforma ecologica di Narni Scalo.

“La sospensione del servizio di distribuzione – ha puntualizzato Novelli – arreca gravi problemi ai cittadini del centro storico, soprattutto alla popolazione più anziana”. Ma a preoccupare principalmente i consiglieri sono le conseguenze a cui questa nuova situazione può portare in termini di efficacia nella raccolta differenziata. “La mancata erogazione di questo servizio – ha spiegato Novelli – incentiva l’uso di sacchetti o contenitori non idonei che inficiano l’opera di differenziazione. Con buona pace delle buone pratiche che questa amministrazione incentiva in tutti i modi”.

Secondo i consiglieri del Psi, inoltre, la regolare distribuzione dei sacchetti da parte di Asm di Narni non comporterebbe alcun aggravio in termini di costi. Il che, a loro avviso, rende ancora più ”incomprensibile e priva di qualsiasi logica” l’intera vicenda, su cui, sperano, l’amministrazione comunale possa fare chiarezza, sollecitando inoltre l’Asm a riprendere il servizio interrotto.

Lorenzo Di Anselmo

 

Pin It on Pinterest