Mar, 4 Ottobre 2022
Mar, 4 Ottobre 2022

Narni, taglio degli alberi al parco, è polemica: L’assessore spiega il perché

NARNI – È polemica, come era facile immaginare, sul taglio degli alberi al parco dei pini di Narni scalo. L’intervento piuttosto massiccio, è eliminato molti alberi, soprattutto pini, ritenuti pericolosi dopo le verifiche di esperti del settore. Le spiegazioni dell’assessore all’ambiente, Alfonso Morelli, non hanno convinto i contestatori che accusano il Comune di taglio indiscriminato e qualcuno di loro anche di averlo fatto senza che fosse vero il preventivo parere degli esperti. Lo stesso morelli è dovuto tornare sulla questione chiarendo ulteriormente. “L’intervento di abbattimento – afferma infatti Morelli – si è reso necessario a causa dello stato in cui versano numerose piante che, secondo la certificazione degli esperti, costituiscono un problema per la sicurezza”. Nello specifico Morelli chiarisce per alcuni pini si è reso necessario l’abbattimento per liberare da eventuali ostacoli le linee dell’alta tensione. “Il rischio – spiega infatti – era quello di possibili scariche a terra che potevano essere pericolose per l’incolumità delle persone”. Per quanto riguarda i cipressi che costeggiano la pista di atletica, il taglio, sempre secondo Morelli, è stato necessario per “un’evidente degradazione del legno del fusto che comprometteva la stabilità delle piante. Il problema era stato provocato soprattutto da funghi parassiti che avevano provocano alterazioni nei fusti”. Altri pini in diverse zone del parco sono stati o abbattuti o potati sempre per questioni legate alla sicurezza anche dei bambini nell’area giochi. L’assessore ricorda, infine, che gli alberi eliminati saranno sostituiti da altre piante di specie autoctone, tra cui leccio, roverella, acero campestre, sambuco, alloro e corbezzolo.

Web TV

Think Thank

Filo diretto

Ti potrebbe interessare...