Amelia, Siglato in comune il gemellaggio con Odelzhausen: presente anche Terence Hill

AMELIA – La bandiera della Germania e quella dell’Europa, gli abiti della tradizione bavarese, un contratto per siglare sulla carta il patto. Sono stati questi gli elementi principali della cerimonia che questa mattina, nella sala consiliare del comune di Amelia, ha sancito il gemellaggio tra la comunità amerina e Odelzhausen, cittadina tedesca della Baviera di oltre 4000 abitanti. Ѐ stata una giornata all’insegna dei festeggiamenti e ricca di emozioni, a cui hanno partecipato i sindaci delle due città coinvolte, i consiglieri comunali, varie associazioni cittadine, gli sbandieratori della città, il gruppo Armata medievale, la banda musicale bavarese e una delegazione in rappresentanza di Odelzhausen.

Ospite d’eccezione, nonché padrino speciale dell’evento, il famoso attore Terence Hill, che conserva un legame privilegiato sia con Amelia che con la Germania, essendo figlio di padre amerino e madre tedesca. L’attore, noto per impersonare il celebre Don Matteo, ha sostanzialmente “benedetto” la cerimonia, partecipando all’intera celebrazione e omaggiando anche gli ospiti bavaresi con un saluto in tedesco. “Quella di oggi – ha dichiarato a Cronache24 Terence Hill – è stata davvero una bella cerimonia. Sono molto contento di aver partecipato. Pertanto, spero che la fratellanza tra queste due realtà possa proseguire nel migliore dei modi”. 

La cerimonia ha preso il via dopo che il corteo a cui hanno partecipato le varie autorità delle città presenti ha raggiunto il comune di Amelia. Gli sbandieratori di Amelia e gli stendardi delle cinque contrade hanno contribuito a rendere ancora più suggestiva l’atmosfera generale. In una sala consigliare aperta al pubblico per l’occasione e quindi colma anche di molti curiosi, il sindaco Laura Pernazza ha tenuto il discorso introduttivo. Consapevole del ruolo istituzionale che ricopre, il sindaco ci ha tenuto innanzitutto a ringraziare la precedente amministrazione comunale, quella con a capo il sindaco Maraga, che aveva avviato a suo tempo i contatti con la cittadina bavarese firmando, già nel 2015, un iniziale patto di amicizia. L’amministrazione comunale ha accolto con entusiasmo quell’eredità, continuando e portando a compimento il percorso intrapreso in passato. “Questa cerimonia – ha precisato la Pernazza – è l’occasione in cui da un lato suggelliamo il passato, dall’altro prepariamo il futuro. Il nostro intento è quello di stabilire un rapporto reciproco che, pur nelle diversità, possa permetterci di comprenderci e conoscerci al meglio”. 

Tanti i punti toccati dalla Pernazza e ripresi poi anche dal sindaco tedesco, Markus Trinkl, vestito rigorosamente in costumi bavaresi: su tutti, l’importanza del rispetto e della valorizzazione delle diversità e la necessità di un’Europa unita. “La diversità arricchisce e favorisce la crescita – ha puntualizzato il sindaco amerino –. Le differenze non sono un ostacolo, ma un’opportunità. Dobbiamo garantire il rispetto per un’altra cultura. In tal senso, questo gemellaggio può contribuire anche a rafforzare un’Europa unita, oggi più che mai necessaria in questo periodo di crisi economica e sociale”.  “Il nostro gemellaggio – le ha fatto poi eco il sindaco Trinkl – è un segnale importante. Serve un’Europa forte e unita, sia a livello nazionale che di realtà locali. Pertanto, il gemellaggio non può essere suggellato solo sulla carta, ma deve dare origine a un rapporto vivo”.

Al di là dei valori che hanno ispirato il gemellaggio, questa unione può significare per Amelia molteplici opportunità concrete, sotto diversi punti di vista. “Siamo intenzionati a proseguire insieme una serie di progetti che abbiamo già avviato”, ha spiegato a Cronache24 il sindaco di Amelia. “Importanti possibilità possono aprirsi per gli studenti attraverso scambi culturali, ma cercheremo anche di diffondere la cultura italiana. Nella città di Odelzhausen abbiamo già organizzato corsi di cucina e lingua italiana per diffondere le tradizioni culinarie dei nostri luoghi”, ha affermato la Pernazza. 

Anche da un punto di vista economico il sindaco spera che questo gemellaggio possa portare diversi benefici. Del resto, Odelzhausen si trova nella Baviera, regione tedesca tradizionalmente nota per il suo grande dinamismo industriale. “Un aspetto importante su cui stiamo lavorando – ha precisato la Pernazza a Cronache24 – è quello di censire le varie aziende presenti nel nostro e nel loro territorio. Nella città di Odelzhausen c’è una grande richiesta di posti di lavoro che loro con i loro giovani non riescono a soddisfare. Noi vorremmo pertanto creare un meccanismo virtuoso di collaborazione che coinvolga anche le nostre aziende, di modo che si creino relazioni economiche ma soprattutto opportunità di lavoro per i nostri giovani. Già pensiamo alla possibilità di attivare stage e percorsi di apprendistato presso di loro”, ha concluso il sindaco con  soddisfazione. 

La firma ufficiale del gemellaggio è avvenuta al termine della cerimonia, dopo aver posto l’accento su valori quali la libertà, la pace, la democrazia: insomma, i capisaldi di un’Europa veramente unita. Dopo la firma, è arrivata la stretta di mano tra i due sindaci: l’immagine che più di tutte fotografa un’unione che si appresta a essere solida e duratura.

Lorenzo Di Anselmo

Pin It on Pinterest