Calcio, Narnese super: Piegato lo Spoleto al fotofinish

NARNI – Partita di alto livello al “Gubbiotti” di Narni tra i padroni di casa e lo Spoleto secondo in classifica. Match che si decide in pieno recupero a favore della Narnese che vince e convince dopo due sconfitte consecutive subite in trasferta. 2 a 1 il finale con i rossoblu che compiono l’impresa e meritano la vittoria per aver creduto di più ai tre punti grazie ad una prova di carattere e di gruppo. Per la squadra di mister Proietti è la quattro vittoria in campionato, la quarta tra le mura amiche, 17 punti in classifica e zone pericolose allontanate. Per lo Spoleto di Cavalli solo briciole, seconda sconfitta consecutiva e Foligno lontano sei lunghezze.
La cronaca. Mister Proietti deve fare a meno dell’infortunato Silveri e dello squalificato Pettine e schiera un 4-3-3 con Lucci, Chiani e Rocchi a completare il trio d’attacco. Un’assenza pesante anche per gli ospiti, l’ex Ternana Romeo Papini, anche lui squalificato per l’espulsione ricevuta domenica scorsa. Al 2’ è lo Spoleto a rendersi subito pericoloso con Falconieri che tenta un sinistro a giro dal limite dell’aerea, Cunzi è attento e respinge in due tempi. Al 7’ ancora Falconieri con una punizione a giro dai venti metri, Cunzi è prodigioso a distendersi sulla propria destra e a respingere in angolo.
Al 11’ al terzo tentativo il capitano biancorosso fa centro. Punizione magistrale dai venticinque metri a scavalcare la barriera che va a togliere la ragnatela sotto l’incrocio dei pali. E’ il gol che sblocca il match. Solo Spoleto nei primi quindici minuti, al 14’ Ubaldi, lanciato da Falconieri, entra in aerea e fa partire un destro secco sul quale Cunzi compie un ottimo intervento a mano aperta. Al 21’ la risposta della Narnese è affidata a Rocchi che serve Grifoni che al volo di destro impegna Zandrini. Sul susseguente calcio d’angolo è Rocchi a provare una splendida acrobazia di destro, ma è ancora Zandrini ad indossarsi il mantello da Spiderman e a volare sotto l’incrocio dicendo di no al bomber di Acquasparta.
La Narnese prende coraggio e al 27’ giunge al pari. Calcio d’angolo di Chiani dalla destra, la traiettoria arriva dalle parti di Ponti che con uno stacco imperioso trova l’angolino lontano alla destra di Zandrini, la palla bacia il palo e finisce in fondo al sacco. Al 31’ Chiani si accentra dalla sinistra e fa partire un destro a giro che impegna Zandrini. L’inerzia della gara si è completamente capovolta ed ora è la Narnese padrona del campo. Al 34’ si fanno rivedere gli ospiti con Di Patrizi che batte un calcio d’angolo, Luparini di prima intenzione in girata sfiora il palo alla sinistra di Cunzi. Termina qua un primo tempo vibrante ad alti ritmi.
La prima emozione della ripresa la regala al 5’ Falconieri che, dopo uno due con Ubaldi, va alla conclusione dai venti metri ma il suo rasoterra all’angolino è respinto in calcio d’angolo da Cunzi, come sempre in giornata di grazia. Al 22’, in un momento di stalla della gara, gli ospiti hanno una palla gol clamorosa con Ubaldi che si libera al tiro all’interno dell’aerea di rigore, Cunzi è prodigioso a respingere la conclusione dell’ex giocatore della Spal, la palla arriva a Falconieri che da ottima posizione spara in tribuna. Al 28’ ancora Ubaldi sugli scudi, se ne va sulla sinistra ad Angeluzzi, entra in aerea e calcia da posizione defilata, Cunzi c’è e respinge. Dopo un primo tempo di alta qualità la ripresa è a ritmi blandi con le due difese a farne da padrone.
Ma proprio mentre la partita si avviava a finire in parità ecco l’episodio decisivo. Al 46’ Angeluzzi è bravo a ripartire in contropiede e a servire Rocchi che con un sombrero si libera di Bellucci che lo atterra in aerea di rigore, per il fischietto pugliese non ci sono dubbi, è calcio di rigore ineccepibile. Dagli undici metri si presenta Quondam che batte Zandrini, palla da una parte, portiere dall’altra. E’ il gol partita che regala tre punti vitali alla Narnese che vince in pieno recupero ma in maniera meritata. Troppa esultanza per il bomber rossoblu il quale giunge a cinque gol in stagione ma che si vede sventolare il secondo giallo e quindi rosso. Finisce qui, dopo quattro minuti di recupero concessi dal fischietto pugliese, una partita da cardiopalma che ha fatto divertire il numeroso pubblico giunto al “Gubbiotti” e che ha gioito per una vittoria sofferta quanto meritata.
NARNESE – SPOLETO 2-1
NARNESE: Cunzi 8, Kola 6, Tiberti 6(39’ s.t. Formoso s.v.), Vastola 6, Ponti 7, Angeluzzi 6, Grifoni 6(7’ s.t. Raggi 6), Bellini 6, Lucci 6(19’ s.t. Kerjota 6), Rocchi 6.5, Chiani 6.5(7’ Quondam 7). All. Proietti 6
SPOLETO: Zandrini 7, Calzola 6, Sensi 6, Bellucci 6, Boninsegni 6, Bianchi 6, Di Patrizi 6(18’ s.t. Gbale 6), Calabretta 6(14’ s.t. Colangelo 6), Luparini 6(43’ s.t. Donnola s.v.), Falconieri 6.5, Ubaldi 6. All. Cavalli 6
ARBITRO: Vittorio Emanuele Daddato di Barletta
ASSISTENTI: Emanuele Mariani e Francesco Abaterusso di Perugia 6
RETI: 11’ p.t. Falconieri (S) 27’ p.t. Ponti, 47’ s.t. Quondam rig. (N)
AMMONITI: Vastola (N) Di Patrizi, Calzola (S)
ESPULSI: 47’ s.t. Quondam (N) per doppia ammonizione
Recupero: 1’ p.t. 4’ s.t.
Riccardo Costantini

Pin It on Pinterest