Corsa all’Anello, migliorata la raccolta differenziata durante la festa

La Corsa all’Anello a basso impatto ambientale ha funzionato. Lo dice l’assessore all’ambiente Alfonso Morelli in un comunicato diffuso dall’ente Corsa sul Regusto bag per recuperare il cibo non consumato e consentire l’asporto delle gustose specialità locali. Il bilancio è positivo e le due iniziative saranno replicate per la Rivincita (16 – 23 giugno).

“Dovevamo capire – ha spiegato l’assessore all’ambiente Alfonso Morelli – come rendere un evento così importante, di lunga durata e con grande afflusso esterno sostenibile a 360 gradi, sia ambientalmente, che economicamente che socialmente. Il tutto con un pizzico di innovazione. E così ci siamo organizzati con un modello che può essere da esempio. Riduzione dei rifiuti con la pratica del riutilizzabile, già fortemente radicata, utilizzo del monouso con materiale biodegradabile, riduzione degli sprechi alimentari grazie alla pratica dell’asporto.

I dati in dettaglio – ha continuato l’assessore – si stanno raccogliendo, ma un da un primo esame abbiamo migliorato la raccolta differenziata rispetto l’anno scorso di circa 1, 5 per cento. Un ottimo risultato che pone le basi per continuare e migliorare ulteriormente per la prossima edizione della Corsa all’Anello, coinvolgendo magari anche le attività private.

Durante la Corsa all’Anello abbiamo lanciato anche Regusto, un servizio innovativo che va a potenziare le attività del Comune per combattere lo spreco alimentare. Grazie alla collaborazione con i terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria, abbiamo non solo ottimizzato il servizio, ma abbiamo anche iniziato a coinvolgere attività economiche. In tutto sono state utilizzate circa 700 bag”.

Pin It on Pinterest