Narni, a San Vito il presepe vivente tiene insieme da 15 anni la comunità

NARNI – Per il 15esimo anno consecutivo va in scena il presepe vivente di San Vito, una delle rappresentazioni sacre più longeve del comprensorio e che ogni volta rinnova il suo fascino e attrae tante persone che vogliono ammirare la ricostruzione delle scene e dei personaggi della Natività. L’appuntamento è per il 30 dicembre alle 17 e 30 per le vie del paese. Al lume delle fiaccole L’arco si apre su un piccolo centro storico che ripropone antiche botteghe artigiane, i bivacchi dei pastori, il forno e la locanda.

La musica diffusa crea il clima e la magia del presepe vivente torna ancora una volta ad abitare il piccolo borgo del narnese. Oltre ottanta i ragazzi magistralmente guidati dagli adulti, che per giorni allestiscono scenografie e preparano i costumi. E come ogni anno Gesù sarà impersonato dall’ultimo nato. Quadri viventi dell’antica Betlemme riproposti in una scenario naturale che bene si presta alla sacra rappresentazione, con la grotta della Natività realizzata in una vera grotta naturale, accanto alla quale c’è il recinto degli animali.

Per i sanvitesi, quest’anno, un motivo in più di partecipazione e commozione: il presepe vivente 2018 (e così sarà anche in futuro) è dedicato a Milena Aguzzi, che molto della manifestazione ha ideato, realizzato ed amato. Per anni è stata tra i protagonisti dell’allestimento e che è recentemente venuta a mancare.

Pin It on Pinterest