Stadio ‘Libero Liberati’ di Terni, approvata pubblica utilità

TERNI – Nella seduta di oggi il consiglio comunale di Terni ha approvato con 29 voti favorevoli e 3 astenuti (Gruppo Uniti per Terni) – lo studio di fattibilità per la riqualificazione, valorizzazione, gestione, in condizioni di equilibrio economico finanziario dello stadio di Terni, presentato dalla Ternana Unicusano Calcio spa. Lo studio, che assume carattere di progetto preliminare – si legge nella delibera – appare coerente con le previsioni strategiche dell’Ente rispetto al piano di assetto del territorio, al piano del marketing territoriale e dello sviluppo economico del territorio, potendo rivestire un ruolo fondamentale per la crescita della città di Terni e dell’Umbria.
L’intervento proposto risponde all’esigenza di pubblico interesse, di garantire un ammodernamento dell’attuale stadio cittadino, ormai vetusto e non più idoneo a rispondere ai nuovi bisogni e alle caratteristiche funzionali e di sicurezza che uno stadio moderno deve garantire. Il progetto preliminare, preso in esame dal gruppo di lavoro interdirezionale appositamente costituito e nella conferenza di servizi preliminare, è stato pertanto approvato con l’indicazione che la società proponente rispetti, nell’elaborazione del successivo progetto definitivo, tutte le condizioni e prescrizioni indicate dal Comune e dalle amministrazioni, enti e società intervenuti nella conferenza di servizi preliminare.

Il sindaco Leonardo Latini: “Terni più attrattiva e competitiva”

Il progetto definitivo dovrà essere oggetto di conferenza dei servizi decisoria convocata dalla Regione Umbria, che sarà chiamata a deliberare entro 90 giorni dalla sua presentazione. L’atto è stato illustrato dal sindaco Leonardo Latini: “Tema di rilevante interesse, studio di fattibilità presentato dalla Ternana al comune il 23 febbraio. Realizzazione opera pubblica stadio con opere annesse nell’ambito della sostenibilità economica del progetto. Oggi si delibera la pubblica utilità di questo progetto. Opera pubblica importante, anche perché il Liberati è in condizioni che denunciano i suoi 50 anni, non è più consono alle esigenze della nostra squadra di calcio. L’adeguamento dell’attuale Liberati avrebbe costi di realizzazione ben superiore a un nuovo impianto. Il nuovo stadio eviterebbe al comune di farsi carico degli interventi di manutenzione e adeguamento. Area dello sport, con le piscina, il palasport, un’area che contribuirebbe a rendere la nostra città più attrattiva e competitiva. Il palasport porterà alla riqualificazione di 10 ettari, lo stadio di altrettanti”.

Lega: “Una sfida che vogliamo vincere”

“Un’ opera importante ed imponente – affermano i consiglieri comunali leghisti- che riqualificherà la città sotto tanti punti di vista, un progetto, che non ha eguali in Italia centrale, e che classificherà Terni nell’olimpo nazionale per quanto riguarda l’attrattività. Questa struttura consentirà ai cittadini di poter fruire di un’area molto vasta dedicata al terziario, al commercio, allo sport e all’intrattenimento, e sarà un volano per l’economia di tutto il comprensorio”.
“Terni – aggiungono- potrà finalmente essere qualificata come città del benessere, una città dove tutto è a portata di mano con servizi efficienti e funzionali, con un’ ottima qualità della vita. La realizzazione di questa opera accende un faro su tutta la nostra provincia, che dopo anni di sudditanza verso il capoluogo regionale, imposta dall’amministrazione della sinistra e dalla sua politica a senso unico, ci fa tornare protagonisti.
“Il centrodestra al governo- continua la nota della Lega- non vuole un Umbria a due velocità, auspichiamo pari dignità per le due province e per tutte le aree di questa regione e le azioni che stiamo portando avanti ne sono una testimonianza tangibile. Dopo anni di buio – concludono dal carroccio- è tornata la luce, spetta a noi essere protagonisti di questo tempo, e non possiamo perdere il treno per la valorizzazione della nostra Terni. E’ una grande sfida, che questa maggioranza ha intenzione di vincere”.

Il Senatore Valeria Alessandrini (Lega) : “La città si trasforma”

“Un plauso alla Lega e alla maggioranza del consiglio comunale di Terni – dice il senatore Valeria Alessandrini della Lega – per l’approvazione della pubblica utilità del nuovo stadio. Per Terni è fondamentale avere una struttura innovativa e polifunzionale, un’opera unica nel suo genere che può riqualificare la nostra città sotto molti punti di vista. Un investimento, che non riguarda solo lo sport, ma che avrà ricadute positive sul territorio anche a livello occupazionale. Terni, grazie alla giunta Latini e alla Lega, sta diventando quella città in grado di affrontare le sfide del futuro che avevamo immaginato nel 2018, quando è iniziata questa avventura amministrativa”.

Pin It on Pinterest