Narni, boom di bagnanti alle Mole, Bruschini (FI): “Nessuno controlla”

NARNI – Anche l’estate 2019 ha confermato che la vera piscina sul territorio è diventato il bene naturalistico delle Mole. Un’area pregiata che però è ormai presa d’assalto da centinai di bagnanti ogni giorno con punte altissime durante week end e festività. Da quando il Comune ha realizzato un solarium che più che altro sarebbe dovuto essere un punto dal quale godersi lo spettacolo delle acque del fiume dopo aver ammirato quelle blu di Stifone, la gente è arrivata in massa a fare il bagno spinta dalla bellezza del posto e forse incentivata dal fatto che è tutto gratis. I bagnanti vengono da tutte le parti, anche dal Lazio e dalla vicina Terni rischiando però così di trasformare un bene turistico-natutalistico in qualcosa di diverso. Vero è che alle Mole il bagno si è sempre fatto ma è altrettanto vero che l’area non era così famosa e quindi conosciuta solo ai narnesi. I numeri quindi non erano quelli di oggi. Sulla questione Mole e sulla sicurezza interviene anche il capogruppo di Forza Italia, Sergio Bruschini, che ricorda il problema dell’apertura della diga. “Non sono impossibili- dice – aperture della diga anche durante le giornate di massimo affollamento, ora ammesso che ci siano anche i cartelli che indicano pericolo e divieto di balneazione è mai possibile che non ci sia nessun controllo da parte di chi è deputato a gestire questi luoghi? “Eppure -prosegue- segnalazioni sono arrivate sui social sulla stampa in comune e chi più ne ha ne metta ma sembra che il problema non esiste, pensare che serve un bagnino anche nelle piscine e qui invece tutto è permesso. Mi chiedo quando ci sarà il gestore delle gole del nera sarà ancora libera balneazione ? Nessuno vuole vietare a chiunque si voglia far del male da solo, liberi del proprio destino, ma queste strutture ora rifunzinalizzate con soldi pubblici e sotto la gestione temporanea delle istituzioni quindi non possono affidarsi solo ai cartelli di divieto senza che alcuno controlli”.

Pin It on Pinterest