Narni, covid-19: C’è un nuovo guarito

NARNI – Aumenta il numero dei guariti sul fronte coronavirus a Narni. Nelle ultime ore ai già usciti dalla positività si è aggiunta un’altra persona. Due tamponi negativi hanno determinato la sua ufficiale guarigione. Il sindaco ha già annunciato il ritiro dell’ordinanza di isolamento contumaciale e si è rallegrato per la guarigione. Intanto si attendono gli esiti degli altri tamponi per verificare se anche altri soggetti risultati nelle scorse settimane positivi si siano negativizzate.

Screening sul personale scolastico – “Oltre il 95 per cento del personale scolastico in Umbria ha volontariamente aderito allo screening programmato dalla Regione Umbria per rilevare la positività al covid”: lo comunica  l’assessore regionale alla salute, Luca Coletto, precisando che i tamponi molecolari effettuati sui soggetti risultati positivi ai test sierologici, sono risultati tutti negativi.

  “Il test sierologico è stato effettuato da 14 mila 677 soggetti impiegati a vario titolo nel mondo della scuola – ha spiegato l’assessore. Un numero elevato che colloca l’Umbria tra le  regioni in cui si registra la più alta partecipazione”.

   “Per questo voglio ringraziare il personale scolastico che, a partire dalla prossima settimana, riprenderà l’attività lavorativa  affrontando quest’anno un impegno reso più gravoso da tutta una serie di limitazioni e nuove regole definite dal governo per far ripartire le lezioni  in questa fase di convivenza con il virus”.

   “Un ringraziamento va anche al personale dei servizi sanitari -ha concluso Coletto- che per tutto il mese di agosto e la prima parte di settembre, é stato impegnato, accanto alla normale attività resa più gravosa dalla pandemia, nello screening non solo del personale scolastico, ma anche di tutti I soggetti che sono rientrati dai paesi maggiormente interessati dall’infezione prodotta dal covid. Anche in questo l’Umbria ha dimostrato di essere una regione piccola che, però, sa dare dimostrazione di grande organizzazione e impegno di fronte alle necessità”.

Pin It on Pinterest