Terni, la sinistra ammette: “Errori della precedente amministrazione”, poi attacca la Giunta Latini

Da una parte la Giunta Latini che coglie l’occasione del nuovo anno per stilare il bilancio dell’attività dei primi sei mesi di amministrazione, dall’altro gli schieramenti della sinistra, con Pd, Terni Immagina e Senso Civico che si lasciano andare a delle critiche al nuovo governo cittadino, ammettendo, però, gli errori del passato.

LATINI: “CAMBIO DI PASSO”

“Un cambio di passo, di prospettiva, di approccio”. E’ il senso dei primi mesi della nuova amministrazione per come lo ha valutato il sindaco Leonardo Latini nel corso della conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo Spada a bilancio dei primi sei mesi della sua Giunta. “Di tempo per porre le basi del cambiamento per il quale siamo stati eletti non ce n’è stato dunque molto, ma in questi pochi mesi, pur nella drammaticità della situazione finanziaria che abbiamo ereditato e con i vincoli che la legge c’impone, credo che i cittadini abbiano già iniziato ad apprezzare un diverso approccio sia in materia ambientale, che nel sociale, nella scuola, nella cultura che rifiorisce con la partecipazione di tanti cittadini e associazioni, più in generale nell’operatività che utilizziamo nell’affrontare le questioni, con un lavoro corale”.
Il sindaco ha ricordato che in questi pochi mesi l’amministrazione comunale è stata in grado, anche grazie al supporto del personale del Comune che ha ringraziato per la professionalità e l’impegno, di progettare e completare diversi e importanti atti programmatori, come il bilancio, il Documento Unico di Programmazione, le linee programmatiche. Inoltre – ha detto ancora il sindaco – siamo in una fase ormai avanzata per un nuovo modello organizzativo dell’Ente con l’obiettivo di migliorarne l’efficienza, di tutelare e valorizzare le professionalità dei dipendenti e soprattutto di fornire servizi più efficienti.
“Tra le incombenze che ci sono state lasciate ci sono sicuramente i debiti reali, quelli che hanno portato l’ente al dissesto, ma ci sono anche debiti ingenti e molto più subdoli, come quelli dovuti alle mancate manutenzioni ordinarie sulle strade, nei parchi, sul nostro patrimonio, che ci costringono ora ad accollarci interventi onerosi. E poi ci sono, altrettanto gravi, i crediti che non sono stati riscossi in passato e che ora stiamo cercando di recuperare”.

SCIVOLONI E INCONCLUDENZA

“Questi 7 mesi (6 in realtà ndr) di Amministrazione comunale guidata dal sindaco Latini e dalla Lega – dichiarano i gruppi di Terni Immagina, Partito Democratico e Senso Civico – sono stati caratterizzati da inciampi amministrativi, scivoloni, inconcludenza, dimostrando, a dispetto di un gruppo consiliare quantitativamente ampio, incapacità e pochezza politica. Per non parlare della totale assenza di una visione del futuro della città, in quanto continuano a latitare progetti di ampio respiro che affrontino i temi essenziali per la vita di Terni: lo sviluppo, il lavoro, la salvaguardia ambientale, la mobilità alternativa, le nuove opportunità.
Nessuno vuole sminuire gli errori dell’ultima amministrazione comunale, ma l’attuale non può continuare a nascondersi dietro il pianto sul passato, non può continuare a parlare di macerie e devastazioni, i Ternani li hanno votati per fare, non per parlare e lagnarsi. Sui temi del fare le carenze dell’attuale amministrazione sono evidenti, al tal punto che è stato messo a repentaglio persino quel poco o tanto di buono che arrivava dal passato.
Chiediamo ancora una volta alla amministrazione Latini un cambio di passo da se stessa, dai suoi intenti ideologici, dalla sua sete di rivalsa, dalla sua occupazione fine a se stessa del potere. Chiediamo di guardare alla città, di mostrare capacità di ascolto e di azione, dimostrandosi equa ed equilibrata, intenta a governare e non comandare”.

Pin It on Pinterest