Terni, Ast: operativo nel 2021 il progetto per il riciclo di scorie Inox

TERNI – Sarà pienamente operativo agli inizi del 2021 il primo progetto in Italia che ha l’obiettivo di risolvere la questione del riciclo delle scorie derivanti dalla produzione di inox, promosso da Acciai speciali Terni con la collaborazione della finlandese Tapojärvi Oy. Tempistiche e dettagli sono stati illustrati nel corso di una presentazione ufficiale presso l’ambasciata finlandese a Roma. “Un progetto innovativo sul quale abbiamo lavorato per più di tre anni, che ci aiuterà a convertire le scorie dell’acciaieria in materia prima e seconda vendibile, con un doppio beneficio: di non portare il materiale in discarica e di preservare l’ambiente” ha spiegato l’amministratore delegato di Ast, Massimiliano Burelli.

Una volta trattate, infatti, le scorie assumeranno le caratteristiche di materiali come ghiaia e sabbia, recheranno la marcatura CE e potranno essere usate in alternativa ai materiali naturali per la costruzione di sottofondi stradali, oppure inglobate in una matrice bituminosa o cementizia per produrre calcestruzzi o asfalti. Delle 300 mila tonnellate di scorie che oggi finiscono in discarica ogni anno, almeno 75 mila verranno immesse sul mercato, ma Tapojärvi cercherà di creare le condizioni per arrivare a 270 mila. L’investimento complessivo del progetto sarà compreso tra i 57 e 65 milioni di euro, con un impegno economico previsto da Tapojärvi in Italia è di 45-50 milioni di euro per i primi due anni, di cui 9 milioni in ricerca e sviluppo.  Per Ast l’investimento totale stimato, nei primi due anni, è quindi di 12-15 milioni.

“E’ un enorme investimento per la nostra azienda, il primo fuori dalla Scandinavia, ma siamo pronti” hanno detto Martti Kaikkonen e Henri Pilvento, ceo e cco di Tapojärvi Oy. L’azienda finlandese è stata individuata da Ast al termine di una gara internazionale, avviata a febbraio 2016, che ha visto la partecipazione dei più importanti operatori nel settore del trattamento e riciclo delle scorie in tutto il mondo per la quale è stata costituita una commissione tecnica, presieduta da Antonio Catricalà, che si è avvalsa di esperti nazionali e internazionali. E’ intervenuto stamani alla presentazione, oltre allo stesso Catricalà e al direttore dello stabilimento Massimo Calderini, anche l’ambasciatore di Finlandia, Janne Taalas. (ANSA).

 

Pin It on Pinterest