METEO – Ghiaccio sul treno per Roma. Ad Amelia attivato servizio per anziani

TERNI – Colpo di coda del grande gelo siberiano che continua ad attanagliare l’Italia nella sua morsa facendo scendere le temperature anche al di sotto degli 11 gradi sotto lo zero nel territorio ternano. La minima in Umbria si è registrata invece a Cascia con i -18,3 gradi di questa notte. Dopo le nevicate dei giorni scorsi si stanno verificando in tutto il centro del paese anche numerosi disagi legati al congelamento dei contatori dell’acqua e problematiche di viabilità e trasporti.

In particolare, un nostro lettore ci ha segnalato il ghiaccio e la neve presenti all’interno di un convoglio del treno regionale Ancona-Roma di questa mattina e il mancato funzionamento del sistema di riscaldamento.

“Ho preso il treno alle 7.45 – spiega il lettore – ma aveva già con 90 minuti di ritardo. Mancavano i posti a sedere e c’erano tante persone in piedi anche perchè in alcuni scomparti il riscaldamento non funzionava. Hanno cercato di risolvere il problema, ma senza successo. Un incubo”.

(in aggiornamento)

AMELIA, NUMERO VERDE E CONSEGNA A DOMICILIO DI CIBO E MEDICINALI PER ANZIANI
Un servizio di pronta consegna a domicilio per gli anziani è stato predisposto dall’Amministrazione comunale di Amelia in questi giorni di freddo intenso. A renderlo noto è il sindaco che, in collaborazione con un gruppo di volontari, ha istituto un numero verde per aiutare chi è in difficoltà. Chiamando il numero 0744976223 si può prenotare la fornitura di medicinali o generi alimentari nel caso in cui non si sia in grado di provvedere autonomamente. Il numero è utilizzabile, spiega sempre il sindaco, anche per segnalare altri tipi di criticità legate all’emergenza neve.

Il sindaco coglie anche l’occasione per fare il punto della situazione sull’emergenza ghiaccio sottolineando che gli interventi del Comune, in collaborazione con gli altri enti preposti alla sicurezza stradale, hanno limitato i pericoli dovuti alla formazione di ghiaccio sulle strade mantenendo adeguati livelli di sicurezza.

LE PREVISIONI DI METEO CENTRO ITALIA

Il grande gelo Siberiano continuerà ad attanagliare, sotto la sua morsa fredda, tutta l’Italia fino alla giornata di giovedì, quando aria più mite e umida risalirà il Mediterraneo determinando un deciso aumento delle temperature e un rapido scioglimento delle neve, fin sui 1500-1800 metri, sulle regioni centrali. La giornata di oggi, mercoledì 28 febbraio, sarà ancora contrassegnata da temperature decisamente rigide (in modo particolare al mattino) e da venti moderati dai quadranti nord orientali. Tuttavia dal primo pomeriggio si assisterà ad un deciso aumento della copertura nuvolosa lungo le regioni Tirreniche, in grado di regalare nella notte nevicate diffuse fino al piano su Umbria, Toscana e Lazio.

I rovesci nevosi potranno insistere, sulle regioni centrali (lazio compreso), fino al primo mattino di giovedì, in quanto dalla tarda mattinata avrà inizio il richiamo mite in quota. La neve potrà durare qualche ora in più sulla Toscana settentrionale e sulle Marche, ma anche qui dal pomeriggio l’aria calda inizierà a farsi sentire tramutando la neve in pioggia. Le temperature saranno quindi in deciso aumento, associate a una rotazione della ventilazione dai quadranti meridionali.

L’instabilità persisterà anche nella giornata di venerdì senza variazioni di sorta e con le temperature che riprenderanno a diminuire leggermente solamente dalla sera.

Pin It on Pinterest