Terni, l’assessore Salvati dà lezioni di ambiente al 5 Stelle: “Realtà più complessa di un barbecue”

TERNI – “Ai consiglieri locali e regionali del M5S posso solo replicare che – come dimostra anche la storia del loro Movimento – una cosa è strillare, organizzare i Vaffa Day, o le grigliate all’aperto, un’altra è governare e amministrare confrontandosi con la realtà. Una realtà che è ben più complessa di un barbecue”. Lo dichiara l’assessore all’ambiente Benedetta Salvati, anche in risposta ad alcune note dei giorni scorsi del M5S sulle tematiche ambientali.

“Sono un tecnico dell’ambiente, oltre che un amministratore. Ho sviluppato, negli anni, con lo studio e le esperienze personali, una sensibilità ai temi ambientali forse un po’ più matura di quella di tanti che si avventurano su posizioni ecologiste senza conoscere le questioni tecniche e amministrative. Perché per risolvere i problemi non basta alzare la voce per cercare l’attenzione dei media, bisogna conoscere a fondo quei problemi e studiare le soluzioni”, prosegue l’assessore Salvati.

“Credo che tutti abbiamo a cuore la tutela dell’ambiente della conca ternana e la salute dei cittadini, a cominciare dagli amici del M5S. Ma delle due l’una: se c’è volontà di confrontarsi in maniera seria con l’idea di raggiungere questi obiettivi, non solo sono pronta, ma prontissima ad accogliere e a discutere politicamente e tecnicamente ogni idea. Se invece, come purtroppo mi sembra, la si vuol buttare in caciara con strumentalizzazioni di bassissimo livello, buone solo ad alzare polveroni simili a quelli che il M5S dice tanto di voler combattere, allora non ci sto. Ho già abbastanza da fare per ridurre le polveri sottili”.

“In ogni caso – conclude l’assessore Benedetta Salvati – agli amici del M5S e a tutti i cittadini interessati a queste tematiche, fornisco un sintetico vademecum sulle questioni principali da loro sollevate con fragore, ma che noi, come amministrazione, affrontiamo ogni giorno con serietà e trasparenza senza gettare fumo negli occhi a nessuno”.

IL VADEMECUM SULLE QUESTIONI AMBIENTALI

Pin It on Pinterest